Birra & Cibo Abbinamento

 ABBINAMENTO CON IL CIBO

 

 

Ormai abbiamo capito che gran parte di quello che si può fare con il vino, vale anche per la birra. Allora rimane solamente da abbinare i piatti con la giusta birra. Tutti abbiamo imparato più o meno qualcosa sui vini e conosciamo qualche abbinamento classico, per esempio ostriche e champagne, vino bianco e secco con il pesce, vini profumati per piatti profumati. A qualcuno di noi poi è stato spiegato il perché di questi abbinamenti, altri meno fortunati, avranno appreso questi insegnamenti come oro colato, in quanto sostenuti da somellier o da altri luminari in materia, senza comprendere però appieno le spiegazioni. Insomma tutto questo vale anche per la birra, però, almeno per l’Italia, non è legato a rigide regole, come per il vino, ed ognuno di noi può, seguendo poche linee guida trovare il migliore binomio cibo-birra, che va spesso ricercato, come nella degustazione, liberando la fantasia e rispettando perché no anche i propri gusti personali.

Detto questo gli abbinamenti del cibo con la birra vanno in media all’80% per analogia e al 20% per contrasto. La regola dice per esempio di accompagnare un piatto con tendenza amara o salata con una birra amara( mentre per il vino è il contrario), di contrastare una tendenza acida con una birra dolciastra, combattere il grasso e l’untuosità con birre più alcoliche, frizzantine e magari un po’ acide.

Per il resto il migliore abbinamento, dove è possibile, e quello tradizionale. Per i wurstel bavaresi non c’è niente di meglio di una weizen di Monaco. Per formaggi maturi, forti o speziati, come quelli delle abbazie trappiste, ecco una bella trappista. E noi in Italia, che abbiamo pasta e pizza. In tutte le pizzerie troviamo una chiara lager che di solito rappresenta per noi il massimo dell’abbinamento. Non è però proprio giusto, il pomodoro, principe di pasta e pizza, è un po’ acido e gradirebbe una una birra non troppo secca, ma più dolciastra, come una Marzen o una Vienna, più morbide e rotonde. Bisogna però valutare anche i singoli ingredienti del piatto per valutare la generale tendenza del piatto, con particolare attenzione a condimenti e spezie, che possono cambiare di molto il gusto dei piatti.

Siamo arrivati quindi al gran finale, è l’ora di fare una bella cena con varie portate, tutte accompagnate con della bella birra fresca e magari invitare qualche amico e stupirlo. Adesso farò seguire un’elenco di abbinamenti più classici e riconosciuti un po’ da tutti gli esperti, ma prima voglio fare alcune mie considerazioni finali, alle quali sono giunto degustando diverse birre di vari stili, provate con qualche piatto, e dopo avere letto ed ascoltato  molto sull’argomento, anche di “luminari” della birra.

Bene, diciamo che, probabilmente, per alcuni piatti l’abbinamento migliore è rappresentato da un bel bicchiere, e sì lo devo ammettere, di vino.

Sono rinfrancato però dal fatto che sicuramente per altri piatti non c’è niente di meglio di una bella birra. Ad esempio per il pesce in generale, mi sembra ancora meglio bere del vino, ma è una mia impressione, in Europa si beve tranquillamente la birra, quella giusta con il pesce (voi direte, non hanno il vino!).Ma ci sono alcune cose come per esempio molti insaccati e salumi, quelli affumicati in modo inequivocabile, che si sposano magnificamente con la birra. Così come il salmone affumicato, ricordiamo infatti quelle birre dal gusto tostato o addirittura

 

affumicato.Poi le verdure con tendenza amara legano benissimo con la birra e non dimentichiamo i dolci. Sì, i dolci. Quanti problemi hanno avuto i cultori del vino a trovare qualcosa che si abbinasse ai dolci al cioccolato? Hanno dovuto inventare qualche nuovo prodotto per rispondere a questa esigenza. Le giuste birre invece esistono già almeno un secolo. Provate il gusto di tostato e di caffè delle stout, ed a volte anche proprio di cioccolato, vedrete come si abbina bene il gusto ai vostri dolci al cioccolato.

Nei formaggi poi è una bella gara. I nostri formaggi tipici abbinati ai sempre nostri ottimi vini, rappresentano una unione paradisiaca. Ma rimanendo in tema “sacro”, parlando di abbazie, credete che le birre d’abbazia e trappiste bevute insieme ai formaggi prodotti nelle abbazie stesse, e magari messi a macerare nella birra stessa, diano sensazioni minori dei nostri prodotti? Qui il massimo è sicuramente lo scambio culturale, alla pari. Proviamo ad assaggiare i nostri bei formaggi saporiti con queste birre corpose, piene, profumate e speziate, ed invitiamo i belgi ad assaggiare i nostri passiti o vendemmie tardive con i loro ottimi formaggi.

Per aperitivo poi sono ottime le lambic alla frutta, con il loro gusto acidulo smorzato dall’aroma della frutta (vanno benissimo anche con i dolci alla frutta), un po’ come il nostro bellini o mimosa. Buone anche delle belle pils, amare come i nostri bitter.

La pizza. Non mi dite che qui il vino può battere la birra, quella giusta, come già detto prima. Sappiamo tutti che la pizza è buonissima, ma fa venire molta sete e questo un elemento a favore della birra. Per primo, è più dissetante del vino, e poi, scusate ma non è un commento da ubriacone ma di comodo, è meno alcolica e ne possiamo bere molta di più. Se dovessimo spegnere la nostra sete da pizza solamente con del vino, non so come finirebbe la serata. Sicuramente dovremmo aiutarci con l’acqua, che non è peccato, ma…ricordo la strofa di una canzoncina che faceva:” l’acqua è fatta pei perversi e il Diluvio lo dimostrò”. Traete voi le conclusioni.

Rimane poi il discorso dei piatti tipici, già fatto ad esempio con wurstel e crauti. Se andiamo in Inghilterra e ci capita (non ve auguro) di mangiare un budino di porri con sugna di manzo, affidiamoci pure alla birra proposta in abbinamento. Gli inglesi in questo caso avranno certamente più esperienza.

Alla fine il mio consiglio è di seguire le linee guide e farvi comunque le vostre esperienze. Gustatevi qualche birra, provatele con gli abbinamenti consigliati e valutate il gusto e le sensazioni. Alcuni abbinamenti sono “sacri” per i cultori della birra, ma non vi preoccupate se qualcosa non vi convince, provate anche altre cose, date un vostro giudizio e pian piano arriverete ad affinare i vostri gusti e perché no, anche a scoprire qualche giusto abbinamento con qualche particolare piatto. Cercate qualche birra un po’ particolare, anche al supermercato si può trovare qualcosa per iniziare. Degustatela una prima volta, cercate di capire quali sono le sue caratteristiche e poi provate a mangiarci qualcosa insieme, anche diverse cose, e giudicate quale può essere il migliore accostamento, magari cercando anche di capire il perché.

Questo è tutto, spero che i pochi e concentrati  suggerimenti che ho dato in questa dispensa possano servire per cercare di capire qualcosa a chi si vuole avvicinare in questo universo della birra, e magari far nascere a qualcuno l’interesse per questa cultura mondiale della birra.

 

 

 

 

 

 

ANTIPASTI:

 

Prosciutto Crudo
Molluschi
Gamberi
Affettati (tipo Salame)
Insaccati molto grassi
Tartine con maionese

Lager
Pils
Lager
Bock
Doppio Malto
Lager

PRIMI PIATTI

 

Pasta in bianco Lager
Pasta con condimenti amari
Pasta al con condimento rosso
Pasta ripiena Bock
Pasta con Pesce in bianco
Pasta con pesce in rosso
Zuppe a base di verdura

Lager
Pils
Vienna ambrata o Marzen
Bock
Blanches o Weisse
Vienna Z
Lager

SECONDI PIATTI

 

Bolliti
Carni bianche non salsate
Carni bianche salsate
Carni rosse alla brace
Arrosti
Agnello
Maiale
Mozzarella
Taleggio
Formaggi Affumicati
Parmigiano Reggiano
Gorgonzola

Weisse o Blanches
Lager o Pils
Ale, Abbazia, Trappiste
Pils
Bock
Ale
Weisse
Lager
Pils
Rauchbier
Ale
Trappiste

VERDURE

 

Insalate
Spinaci
Fagioli
Patate

Pils
Pils
Lager
Lager

DESSERT

 

Torte fruttate
(A base di) Cioccolato
Frutta secca

Lambic (Framboise, Kriek)
Stout
Muenchener chiare o Pils

 

 

 

 

 

TRATTO DALLA DISPENSA: AMICI DELLA BIRRA MARCA GALLICA

Commenti   

0 #1 profile 2018-11-01 15:07
Need cheap hosting? Try webhosting1st, just $10 for an year.

Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna